La società dell’isola, da zero all’infinito spaziale, in settembre.

alia x.0

Questa specie di scioglilingua si ottiene mischiando come capita i titoli dei quattro e-book che abbiamo pubblicato. Dite che non vuol dire nulla? Beh, a noi sembra se non altro dimostrare che si parla di fantascienza…

I tre e-book sono usciti e stanno gradualmente apparendo sui principali social di tema fantascientifico e fantastico.
Tre e-book a 2,99 € cadauno, che, come i «tre moschettieri», sono in realtà quattro, nel senso che ai tre usciti oggi c’è da aggiungere «Settembre», messo in mare già a settembre 2015 e che, in un modo o nell’altro, è stato la cavia, da un punto di vista editoriale, per gli altri tre.
Di «Settembre» non merita parlarne qui. Potete, volendo, fare un salto qui.
Di «Da zero a infinito» non posso che dirne bene, davvero. Fabio Lastrucci ha un dono rarissimo tra chi scrive: vi sorprende a ogni capoverso. Voi potete tentare di immaginare qualcosa man mano che leggete, ma è letteralmente fatica sprecata. In più Lastrucci conosce bene i meccanismi della SF, del gotico, dell’horror e del weird, ma rimane comunque, sempre se stesso.
Di Mario Giorgi posso dire che l’ho conosciuto un’infinità di tempo fa, quando venne a fare una presentazione in libreria. Eoni fa. Quanto a «Società del Programma Spaziale» devo ammettere che la pima lettura mi lasciò affascinato ma perplesso. Perplessità che è divenuta sorpresa insieme ad un grado profondo di fascinazione alla seconda e terza lettura. Un libro che mi ha, in realtà, inseguito nel tempo e la cui unica soluzione era quella di pubblicarlo, in modo da poter condividere la fissazione.
Quanto a «Isola di Passaggio», di Silvia Treves, è, insieme al racconto lungo (o romanzo breve) pubblicato in ALIA Evo 2.0, parte del ciclo dei Nuovi Mondi, un ciclo che la mia gentile metà sta inseguendo da anni, cercando di dargli un minimo di unità. Ma Silvia Treves, impegnata dal lavoro e dalla sua attività di editor, anzi di editrix, ha davvero poco tempo per ricucire i frammenti e riuscire a scrivere una storia definitiva del suo universo. Ma non abbiamo ancora perduto le speranze. Intanto, se avete letto «Un sole troppo lontano» su ALIA Evo 2.0 qui potrete trovare insieme un antefatto e un seguito…
A questo punto posso soltanto fornirvi il modo per entrarne in possesso.
– Per il formato .mobi,. su Amazon.it, impostando la ricerca su «ALIA Arcipelago».
– Per il formato .epub su LN-LibriNuovi, nella pagina del Bookstore.
Gli e-book costano € 2,99 cadauno. Ma forse l’ho già detto…
E tantissimi auguri di una buona lettura.
copertina 5 penultima 1000x707coperta 4
copertina 3coperta 4

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

ALIA Evo 2.0, presente e futuro

sf 5Salve a tutti. Il lavoro per giungere alla pubblicazione del prossimo ALIA continua. Agli autori già giunti (Vittorio Catani, Francesco Troccoli, Danilo Arona, Chiara Negrini, Vincent Spasaro, Fabio Lastrucci, Maurizio Cometto, Mario Giorgi, Davide Zampatori, Paolo Cavazza) si sono aggiunti Eugenio Saguatti che ha promesso un racconto steampunk – genere molto apprezzato dai curatori – cioé Silvia Treves e io – e l’immancabile, immarcescibile e delizioso Massimo Soumaré. Da Consolata Lanza non abbiamo ricevuto altre notizie ma confidiamo nella sua partecipazione mentre non abbiamo ancora ricevuto notizie da altri autori che hanno promesso di partecipare. Nessun problema, il termine di consegna del racconto è la metà del prossimo dicembre e prima di allora avremo loro notizie. .

sf 3Nel frattempo, discutendo con Mario Giorgi, è nata un’idea che sarebbe bello discutere con gli altri autori che fanno e che hanno fatto parte del progetto. In breve: sarebbe bello far nascere dagli autori di ALIA una collana di testi monografici – romanzi e raccolte di racconti – che verrebbero pubblicati in forma di e-book, creando una collana, «ALIA» che continuerebbe il lavoro creato con ALIA e permetterebbe ai lettori di seguire i propri autori preferiti.Cosa ne dite? Pensate sia fattibile? Aspetto i vostri pareri. Si comincerebbe all’indomani dell’uscita del prossimo ALIA con i primi e-book e si continuerebbe con una cadenza trimestrale. A far parte dei testi pubblicati potrebbero essere testi già apparsi su ALIA o testi nuovi , tutti rigorosamente fantastici. A noi, Giorgi, Silvia e il sottoscritto, sembra una buona idea, ma rimaniamo in attesa di vostri segnali in proposito.

sf 1La scelta di puntare decisamente su testi in forma di e-book può sembrare forse azzardata, rischiando di tagliare fuori una quota di lettori, d’altro canto l’e-book garantisce una praticità senza pari nella distribuzione e facilità per l’acquisto senza rese né errori di tiratura. Mi rendo conto che per molti – me compreso – il fascino del libro in carta con la copertina colorata, i risguardi, la seconda e terza illustrate come furono gli ultimi ALIA, ha un fascino non facile da eguagliare ma posso assicurare chi mi legge che anche veder comparire la copertina di un e-book dalle profondità di un e-reader o di un kindle ha un buon allure.

Per il momento mi fermo qui. Abbiamo ancora tempo per discuterne e per vedere le forme possibili della collaborazione. Intanto un grosso abbraccio a tutti e a rileggerci presto!