Tracce di presenze ALIAne

anch'io ho commessoSiamo all’11 luglio e sono quindi passati una ventina di giorni dall’apparizione di ALIA Evo. Sta arrivando il periodo peggiore per diversi motivi. I blog poco a poco salutano e chiudono per le vacanze, chi continua mantiene un ritmo più slow e interventi più leggeri, tipicamente estivi. Su FB continuano gli interventi e anch’io, iscritto da poco grazie all’intervento dell’ottimo Vincent Spasano, sto cercando di impratichirmi con i gruppi di discussione e non limitarmi a intervenire perfettamente a pera con un: «Buongiorno! Io sono l’editore, curatore e, deus ex machina della grande pubblicazione di nome ALIA! Compratela, presto, voi sprovveduti!». Ecco, proprio quello che vorrei evitare, non solo perché insultante ma anche perché perfettamente inutile.

Finora mancano le recensioni indipendenti degli osservatori in campo fantastico. Nulla di grave, per commentare un libro con un minimo di competenza è necessario leggerlo, vero? Intanto possiamo rifarci la bocca con una segnalazione (tutt’altro che) indipendente apparsa sul blog di Consolata Lanza – già segnalata in FB – e sulla notta apparsa nel blog di Vincent Spasaro. Per quanto riguarda FB continua il gran lavoro di Paolo Cavazza nel riciclare poster e pubblicità d’epoca con esiti quantomeno stranianti ed è apparsa la segnalazione del nostro traduttore dal cinese Federico Madaro. .

Le vendite proseguono lentamente ma con regolarità dopo il primo boom per l’uscita. Da segnalare con vero piacere l’andamento inaspettato di ALIA in Giappone che è riuscita a comparire nella classifica dei best-seller in lingua straniera di AMAZON.jp, come testimoniato da Massimo Soumaré.

Il vero problema di ALIA è quello di rimanere in vista anche dopo l’estate. E questo risultato è possibile esclusivamente se i racconti meritano davvero l’attenzione dei lettori. In quanto co-curatore insieme a Silvia Treves ne sono convinto – tutti i racconti pervenuti mi sono ugualmente cari, come è giusto che sia -, ma speriamo di convincere anche chi ci legge.

La prossima uscita, comunque, sarà dedicata a una breve sommario / commento / storia dei racconti pubblicati. Sempre per ammaestrare il popolo bue… pardon per informare i nostri stimatissimi lettori.

alia russo

 

Annunci