Aria di ALIA

fantastic-dreamChe cos’è successo nella scorsa settimana, dedicata al ricordo di Jack Vance?

Beh, non pochissimo, Basti pensare che i racconti arrivati e da leggere sono passati dall’essere uno (1) di un autore già noto ai lettori di ALIA, Mario Giorgi, all’essere diciotto (18) di sette diversi autori. Tre sono habitué di ALIA – Vittorio Catani, Fabio Lastrucci e Silvia Treves – l’incontro coi quali era in un certo senso fatale, mentre gli altri quattro sono new entry, procacciate dalla fame inestinguibile di Fabio Lastrucci: Vincent Spasaro, Maurizio Cometto, Clelia Farris e Luca Barbieri.

Lo so, adesso vi aspettate un commento felice e soddisfatto dei curatori che, dopo aver annunciato i nuovi autori, si preparano a cogliere l’immancabile applauso.E invece no. Non siamo i tipi. Per noi i loro racconti sono altrettante sfide da raccogliere, righe da esplorare, idee da valutare e sulle quali merita riflettere. I quattro autori sono noti, già pubblicati, con un loro pubblico e la loro intenzione di partecipare ad ALIA è un modo per dimostrarci la loro considerazione e non solo, anche un modo per affermare che ALIA esiste ancora ed è ben viva. Proprio ciò che volevamo e vogliamo sentirci dire.

Si tratta per la maggior parte di racconti di fantastico senza ulteriori definizioni, qualcosa che non ci saremmo aspettati, soprattutto in tempi nei quali sembra che senza sombi e senza magia non sia ammissibile alcun fantastico. Per noi leggerli sarà un modo per esplorare la visione meno ovvia e meno immediatamente afferrabile di nuovi autori. Un buon lavoro.

Quanto agli altri autori, sappiamo che Consolata Lanza è fuggita in vacanza, in una delle isole greche, dove produrrà – così almeno speriamo – uno dei suoi perfidi, divertenti e meravigliosi racconti. Quanto al sottoscritto, fuggito in montagna, ha iniziato a scrivere il suo racconto. Se qualcuno ricorda questo articolo, posso dichiarare che ho scelto di approfondire lo spunto nato qualche anno scrivendo un’altra puntata del ciclo della Corrente. Scriverò dei Picoli micieti, in sostanza, e non mancherò di ringraziare, in exergo, il buon Cordwainer Smith e la mia nuova, ferocissima e dolcissima gatta.

A prestissimo!

François_de_Nomé_-_A_Fantastic_Architectural_View_-_WGA16584

Annunci

6 thoughts on “Aria di ALIA

  1. Parto venerdì, e mi è venuta un’idea ma ho un po’ paura di attirarmi guai… 😉
    Baci strabaci e mi faccio viva al più presto. Torno il 20 e sono sempre raggiungibile via mail e fb.

  2. Grazie Max, sì è proprio lui. Incredibile, sai che ha una fama sinistra? Credo sia dovuta alla bizzarria dei suoi soggetti, di certo ho letto che il Soprintendente Causa faceva gli scongiuri solo a parlarne… tocchiamo ferro! Per prudenza, nel racconto l’ho chiamato Monsù Jacopo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...