Nobel alla Fantascienza?

Questa è una novità un po’ stantia.
Solo oggi infatti scopro una cosa che avrei dovuto scoprire un po’ prima, e la giro agli Alia-enati per commenti, brindisi, recriminazioni.

Il fatto è che il Nobel per la Pace ad Al Gore ha fatto tanto baccano, che ci è sfuggito che il Nobel alla Letteratura è andato a Doris Lessing.
Che, fino a prova contraria, ha anche scritto fantascienza.

Con la sua solita puntualità, Wikipedia ci ricorda addirittura che

Il suo romanzo Il taccuino d’oro ( “The golden notebook”) è considerato un classico della letteratura femminista da molti studiosi, ma stranamente non dall’autrice stessa. Il romanzo la fece entrare nella rosa dei possibili candidati al Premio Nobel, ma i suoi successivi romanzi di fantascienza la screditarono, eliminandola dalla rosa dei possibili vincitori.

Le cose evidentemente sono cambiate.
E’ cambiata la Lessing?
E’ cambiato il comitato del Nobel?
E’ cambiata la fantascienza?

Ammetto di non aver mai letto la serie di Canopus – un solo volume della quale mi pare sia stato tradotto da Fanucci (si, confermo – lo cita Wikipedia).
Riporto allora un’opinione altrui – David Brin

Yes, her Canopus books tended to be dense, tendentious and ignorant of
advances made elsewhere in SF. On the other hand, Lessing was unafraid
of labels and quite aware of the limitations that narrowminded cretins
haver tried to impose upon literature, by constraining the range and
realm of authorial exploration. She’s gutsy…

Come dice lui.

Questo post lo dedichiamo ai narrowminded cretins là fuori.
Noi c’abbiamo un Nobel e voi no.

Powered by ScribeFire.

Annunci

5 thoughts on “Nobel alla Fantascienza?

  1. Mi piace la traduzione creativa. Così mi piacerebbe tradurre, tradendo, narrowminded con «mezzepippe».
    Le mezzepippe soffrono leggendo libri «difficili» scritti da autori che hanno pensato prima al plauso dei critici e poi all’espressione. Le mezzepippe non sopportano che qualcuno provi piacere nella lettura e sono sempre alla ricerca di norme e canoni ai quali adeguarsi. «Bramano essere dominati», insomma. Le menti libere, gli evoluti prima leggono poi valutano. Le mezzepippe valutano prima di leggere. Gli evoluti ricercano l’espressione, le mezzepippe il rispetto dei loro canoni. Gli evoluti leggendo godono, le mezzepippe diffidano di un libro se comincia ad appassionarli.
    Come sempre accade in tutte le attività umane, tuttavia, le mezzepippe – spesso di provenienza accademica – diventano padroni e burocrati della letteratura mentre gli evoluti stanno fuori a rumoreggiare e, ben che vada, ne diventano gli outsider. O, magari, i premi Nobel.

  2. Questo mi ricorda che, in Giappone, a Shono Yoriko hanno conferito il premio Akutagawa (il maggior riconoscimento per la letteratura mainstream) per un racconto di fantascienza e che lo scrittore di SF Tsutsui Yasutaka ha ricevuto in Francia il cavalierato per l’arte e la cultura…E’ inquietante constatare come il mondo letterario stia mutando nel resto del mondo mentre qui si rimane tenacemente ancorati ad arcaici modelli accademici e vecchi concetti.

  3. Una volta imputavo la cosa al fatto che il mondo accademico è – anagraficamente – vecchio.
    Poi mi sono accorto di quanto siano antiquati e conservatori i rapresentanti delle giovani generazioni – ci sono assistenti e ricercatori infinitamete più dogmatici e tradizionalisti dei vecchi cattedratici.
    Forse perché ogni generazione cerca di essere un po’ più “rigorosa” e un po’ più “prudente” della precedente, credendo di acquisire così una certa autorevolezza.
    Un’ipotesi, ovviamente…

  4. Probabilmente e’ anche un risultato dell’osservazione pratica della realta’. Noi non abbiamo un sistema meritocratico che premia chi cerca di darsi da fare e creare cose nuove. Anzi, chi lo fa spesso si ritrova dietro agli altri. Con un simile esempio, non credo che molti giovani siano invogliati a tentare strade non battute. Vedono che i risultati migliori si ottengono nell’incanalarsi e si adeguano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...